domenica 26 agosto 2012

Di acquisti e loro conseguenze

Da due giorni ho un nuovo sistema docking (si chiama così, non guardatemi male. Trattasi di altoparlanti per sentire la musica dell'Ipod, così non devo più accendere il computer per ascoltare Tiziano Ferro).
La cosa mi ha cambiato l'umore. Poter ascoltare Jump mentre prepari la cena mette di buon umore. Se poi qualcuno vuole passarmi la sua compilescion, una nuova playlist, la collezione completa di Rino Gaetano, faccia pure. Qui si ascolta di tutto.

Ho un nuovo paio di occhiali, comprati all'International Glasses City, al 1688 di Zhong Xing lu, tre piani di negozi che vendono solo occhiali e lenti a contatto. Tu entri, vai da uno qualsiasi di questi negozi, scegli una montatura, ti fanno la visita, contratti un po', paghi, e dopo mezz'ora hai il tuo bel paio di occhiali da vista nuovi. Ho voluto le lenti migliori, così durano di più, l'occhio è più protetto, quelle balle lì. Anche la montatura l'ho presa carina. E infatti ho pagato 350 yuan, cioè circa quaranta euro.
Finalmente posso leggere senza dover spostare gli occhiali in su o in giù, che dal centro ormai non ci vedevo più.

Ho anche una pio di scarpe nuove. Questo è stato l'acquisto più difficile.
Però siccome è dall'inizio dell'estate che mi propongo di andare a correre, ieri ho deciso finalmente che dovevo almeno avere un paio di scarpe per correre, ché le ballerine non sono adatte, e nemmeno i sandali col tacco comprati in Italia. E quali sono le migliori scarpe da running sul mercato? Ve lo dico io. Sono le Mizuno, giapponesi professional. Quando si comincia una cosa bisogna cominciare al massimo.
Però c'è questo problema del numero, che qui in Cina c'hanno i piedi piccoli, e le scarpe da donna arrivano fino al trentanove, massimo.
Allora, come forse qualcuno di voi già sa, io porto il 39/40, e cioè a dire il trentanove nel sinistro e il quaranta nel destro, che è introvabile. E no, non è perché non vendono le scarpe di due numeri diversi che è introvabile.
Che poi dico, se lo chiedessi magari le inventerebbero pure, le scarpe a numero separato. Hanno inventato i costumi, che puoi comprare una quinta di culo e un prima di tette, perché per le scarpe no?
C'è qualcuno che ha il mio stesso problema? Uscite pure allo scoperto, dai, che tanto qui siamo tutti anonimi. Uniamoci tutti! Formiamo l'Unione dei Piedi Spaiati (UDPS). Se non riusciamo a risolvere il problema al limite possiamo scambiarci le scarpe.
Comunque, siccome proprio più del trentanove non si trova, ho dovuto comprare quelle da uomo.
Ecchesarà, è sempre una scarpa sportiva, mica dev'essere rosa coi brillantini solo perché sono una femmina. Per quanto, anche correre con lo sbarluccico ai piedi... ma sto divagando.
E dunque la notizia è che ho un paio di scarpe per correre.
Ho anche la tabella, me l'ha fotocopiata l'AleSarda, che glie l'ha data una sua amica che fa pentathlon (mica come me, lo fa davvero), e che promette di farti passare da ZERO a CINQUE chilometri in quattro settimane. Non ci avrei creduto nemmeno io, se me l'avessero detto, che mi sarei ricordata di portarla dall'Italia.
E dunque ho le scarpe. Ho la tabella. Ho l'Ipod (basta staccarlo dal sistema docking).
Insomma, non ho più scuse.

32 commenti:

  1. la docking è un'invenzione strepitosa! ce l'ho anch'io! quanto alla corsa, mo' voglio proprio vedere... anche se l'avessi scordata, te l'avrei fatta riavere in qualche modo, col piccione viaggiatore magari, visto che coi comuni mezzi informatici non ci sono riuscita e sono dovuta ricorrere alla vecchia fotocopia!
    va bene se al club UDPS iscrivo mio figlio seienne?
    bacio
    L'AleS

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io amo le fotocopie. mi fanno venire in mente certi pomeriggi in biblioteca a spulciare volumi e a fotocopiare pagine qua e là (prima il frontespizio, eh, che poi ci si dimentica da dove son prese. il prof insegna).
      che numero porta il tuo figliolo? arriva già al 39? ;)

      Elimina
  2. ma sono curioso di vederle queste scarpe :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a volte basta chiedere!
      http://it.images.search.yahoo.com/search/images?_adv_prop=image&fr=mcafee&va=mizuno+shoes

      Elimina
    2. un po' bruttine sono però... ma chissene, o no? :P

      Elimina
    3. come sarebbe *bruttine*? sono belle, per correre. normali.
      me ne piaceva anche un paio più audace, con i lacci verde fosforescente e gli inserti fuxia, ma costava troppo. e niente numero.

      Elimina
    4. hai ragione Wonder, sono io ad avere gusti particolari! tutti quegli intrecci, fori d'aria non mi piacciono :(

      Elimina
    5. ehi, Emy, mica me la son presa eh! le scarpe per correre son tutte bruttarelle, nel senso che ovviamente è molto meglio una jimmy choo...

      Elimina
  3. Siccome immagino che tu sia piu' o meno mia coetanea provo ad immaginare, cheppalle, che dopo aver passato l'adolescenza o poco piu' a non trovare scarpe del nostro numero ora ti trovi in un paese dove di nuovo non esistono... Qui non ho problema per i numeri quanto per l'ampiezza, mediamente le donne hanno la pianta del piede quanto la scatola delle scarpe stesse. E va be'. Dicono che dobbiamo adeguarci.
    Ma scusa pazzesco, tre piani solo di ottica???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarà che fino a quindici anni ho portato solo scarpe da ginnastica, ma il problema del numero non l'ho mai avuto. A parte durante le svendite.
      Adesso qui quando entro mi guardano i piedi come fossi un marziano e mi propongono solo modelli da uomo...

      Tre piani di ottica, sì. centinaia di negozi tutti insieme che vendono lo stesso prodotto. alla faccia della concorrenza, no? che se uno non ti fa un buon prezzo prendi e vai dal suo vicino...

      Elimina
    2. assì? cioè è indifferente uno o l'altro? non cercano di eliminarsi a vicenda con intrugli camuffati da tè verde? e io che pensavo...

      Elimina
  4. vai Wonder! anch'io ho iniziato a correre da poco (e sono pure ciecata!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dicono che quando cominci a correre poi non smetti più.
      bah, intanto vediamo di cominciare ;)

      Elimina
  5. ma con quelle speciali un po' tonde dell'anno scorso non potevi correre ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ti sfugge niente...
      comunque no, le MBT son fatte apposta per camminare e le sconsigliano per correre, che poi ti si incriccano le ginocchia.

      cosa si inventano per farci spendere, eh?

      Elimina
  6. Eh, anch'io non ne ho più dopo che mi sono comprata il giusto abbigliamento per la palestra... Povera me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a volte siamo speciali per fregarci da sole ;)
      ripetiamo insieme: è tutta salute, è tutta salute, è tutta salute...

      Elimina
  7. Risposte
    1. le scarpe non mi interessano gli occhiali si, tu pensa che per gli occhiali con le lenti progressive, come mi pare abbia fatto tu, spendo + o - 4oo , senza contare la visita oculistica. Anonimo non veneto

      Elimina
    2. scusa, intanto che scrivevo , ha squillato il telefono, era la nostra conoscente comune, intendevo dire quattrocento euro. Anonimo non veneto

      Elimina
    3. @AmicaBarbara: sì, io. e lo so che sono orrende, ma qui escono con le ciabatte di pelo, con delle zeppe da fumetto e con un tacco dodici tempestato di glitter. chi vuoi che si accorga delle mie mbt?

      @Anonimo non Veneto: veramente no, non sono progressive, sono delle normali lenti da supermiope. Ma il prezzo è più o meno uguale, con cinquanta euro te la cavi. Val la pena di fare un salto, eh? diglielo, all'Amica Comune, che venga a trovarmi. Oppure vieni tu, sai che scoop ;)

      Elimina
  8. Wow fantastico il super grattacielo dedicato agli occhiali!!
    Io come te ho il piede un pò grandicello, ho un 38 che per le scarpe da ginnastica si tramuta in 39/40 ed è sempre un pò difficile trovare il numero anche se non difficilissimo come da te ;)
    Interessante il programma che ti fa passare da 1 a 5 km in 4 settimane, io per ora mi attesto sul tuo tipo di pentatlon (quello bambinesco) ma potrei provare a fare con i loro i km così crollano appena arrivati a casa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma quando dici 39/40 tu intendi che sei a metà tra i due numeri, nevvero?

      comunque almeno quel pentathlon là lo puoi fare in casa. qui appena muovi un muscolo ti sudano tutte le cellule del corpo. ma tutte, proprio.

      Elimina
    2. Yes, esattamente a metà tra i due numeri una vera scocciatura :( e dire che sono pure bassina (1,60 scarsi). Ma anche qui appena respiri ti sudano tutte le cellule del corpo, umidità alle stelle, non a caso questa parte della Sardegna viene chiamata Africa :D

      Elimina
  9. vedi mo' Wonder? siamo in due sarde a seguirti, ma lei è là, beata lei!
    bacio
    l'AleS

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusa wonder rispondo al volo: da ca a vr... senza furore!

      Elimina
    2. :) ma anch'io sono emigrata eh? da ss a ca (non città purtroppo) senza furore pur'io ;)

      Elimina
    3. mi hai invitato ad andare in cina a comprare gli occhiali, in alternativa potrebbe andarci l'amica comune, non è che zitta zitta quatta quatta hai capito chi sono? anonimo non veneto

      Elimina
    4. @Anonimo (ma AleS) e Stardancer: allora siete almeno in tre, dalla sardegna! Cioè, Sarde.

      @Anonimo non veneto: l'ho capito dal primo commento... ;)

      Elimina