domenica 28 ottobre 2012

Guida pratica all'occupazione del tempo libero

Io sono una taitai*.
Non che ne vada fiera, ma tant'è, certi status non te li scegli, ti arrivano tra capo e collo e ti tocca tenerteli, anche se non ti ci senti bene per niente.
Ci sono un sacco di taitai, a Shanghai. Millemila. Numeri da far girare la testa. Bisogna pur inventarsi qualcosa per tenerle occupate, no?

- Che ne dici di un corso di ceramica?
- Macché ceramica, Wonder, sei mica la Demi Moore, ché lo so che hai in mente quella scena là...
- Imparare il francese?
- Ma se hai già i tuoi problemi con l'inglese, per non parlare del cinese...
- Qui insegnano come fare i gioielli.
- Mah, forse. Quelli che facevi non sono male. Perché hai smesso poi, non si sa
- Si sa invece. Le perle in giro non sono il massimo con in casa bambini sotto i tre anni. Cucito?
- Ma dai che quello che sai fare ti basta e avanza, per quei due vestiti all'anno!
- La zumba, ecco qua.
- No ecco, non ti ci vedo proprio a fare balletti di gruppo.
- Voglio imparare a ballare il tango.
- Peccato, qui non lo insegnano. E tanto il Bighi non ci viene, con te.
- Fashion style?
- Dimmi che stai scherzando
- Guarda un po'. Recitazione, scrittura, beh, scrittura... yoga, pittura, calligrafia. Insegnano pure a costruire un libro. Primo soccorso non mi pare proprio il caso, che dici? Mosaico, Religioni in Cina, mah. Life skill. Eh, questo sì farebbe comodo. Ma che vorrà dire, life skill, poi?
- …
- ...
- Cosci! l'ho trovato!
- Oddìo che spavento! che hai trovato, Wonder, il Signore? Trova il Signore prima che il Signore trovi te
- Cosci, ho trovato il corso che fa per me. Guarda qui. Lo fanno all'Expat Learning Center.
- Beh, insomma, se proprio devi scegliere... Ne hai mica già abbastanza con il cinese? che poi chissà se servono, quei corsi là. Guarda un po' il corso di cucina cinese, che bell'investimento
- Ma che c'entra. Cucinare non mi è mai piaciuto. L'ho fatto solo per sapere come diavolo si cucinano quelle verdure di cui non sospettavi neanche l'esistenza, prima. Invece questo era proprio quello che volevo fare, solo che non lo sapevo prima di vederlo scritto...


Ogni foto che non fai è un buco nella memoria, diceva una famosa pubblicità. Tanto vale farle bene. 
E così la Wonder si è buttata sulla fotografia.
Franc Péret, francese artistoide dal passato avventuroso, cameramen giornalista nonché fotografo professionista, svela a 10 facce basite i segreti delle loro macchine fotografiche e parla di full freim, pixèl, aperciùr, esposisciòn, trabòl, problèm e finisce tutte le frasi con eh, come l'Amica Francese.
La Wonder, appena entrata in classe, ha identificato un certo numero di taitai ricche e imbrillantate dotate di macchine fotografiche professionali e costosissime di cui non sanno nulla e che espongono con una certa evidenza sul banco. Poi ha conosciuto una ragazza turca che si chiama Burcak e fa gioielli e le sembra già di conoscerla da sempre, un ragazzo canadese che si chiama Matt e a dispetto dell'aspetto da ingegnere è un pittore, una ragazza svizzera che si chiama Anna che crede di aver incontrato in una vita precedente e si diverte un sacco, ride la maggior parte del tempo e, forse, impara anche qualcosa.


*Dicesi taitai donna occidentale nullafacente sposata con un espatriato e dotata di tutti i comfort.

20 commenti:

  1. Wonder, ho il sospetto che il tango sarebbe stata una scelta migliore... ma se a Shanghai non è arrivato, pazienza (ma quanto ti sarebbe piaciuto, con o senza Bighi!).

    Mi dispiace aver diradato le mie visite qui e altrove. Per ora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Morelle, anch'io avrei preferito il tango. sono sicura che lo insegnino, da qualche parte a Shanghai, ma ci sono troppe variabili da controllare...

      Elimina
  2. Cara Wonder, scegli qualcosa che non ti verrebbe mai in mente di fare. Io a suo tempo scelsi la pittura su porcellana. Sì lo so, tu dirai: "puah! roselline, fiorellini, tazzine, e poi bisogna saper almeno disegnare!", ecco no ,questo è quello che ho detto io NON SO DISEGNARE e invece mi sto divertendo un casino! Prova, sfidati! Un abbraccio LuLu Milano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fosse per me farei ogni giorno qualcosa di diverso. non tanto per il fare in sé, quanto perché si conosce sempre gente nuova e in gamba!

      Elimina
  3. Approvo la scelta! Pero' poi devi postare le foto, eh?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aaaaahhh, le foto!
      vorrei che il blog rimanesse libero da foto. per quelle c'è feisbuc ;)

      Elimina
  4. Ho visto la tua pagina su facebook e direi che avevi già un ottimo occhio. Così ora potrai dilettare noi occidentali non espatriate che spiano dall'ufficio un reportage stile National Geographic :-)
    Brava Wonder, approvo la scelta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, sei troppo buona! a parte cognizioni tecniche, spero di migliorare proprio l'occhio...

      Elimina
  5. Aìtati che Iddìo taita(i).
    'nchiacchebbello aspettiamo le fotine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahaha, ma come ti vengono, hombre? sniffi nutella?

      Elimina
  6. Bello il corso di fotografia! Anch'io! Prima però devo comprare la macchina fotografica nuova...evvabbuó, lasciamo stare! Ma un bel corso per fare i pacchetti non c'era? L'ho visto tra i corsi per il tempo libero qui a Milano...si, sono un'infame, chiedo venia:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la macchina è meglio se la compri dopo le prime lezioni! così capisci bene cosa ti serve e cosa vuoi...
      ma sai che per me il pacchetto conta quasi più del regalo? poi adesso ho scoperto il furoshiki, non mi si ferma più!

      Elimina
    2. il furoshiki ce l'hoooo!!!
      mi ci porto la schiscetta in ufficio.

      grazie la dritta, visto che tra me e la macchina fotografica nuova al momento c'è di mezzo il mare.

      Elimina
  7. Approvo la scelta! Vorrei/dovrei farlo anch'io un corso così, dopo tutti questi anni che scatto....a occhio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, a chi lo dici, mille anni a fare foto a caso. non che cambierà radicalmente, ma un po' più di consapevolezza almeno non sarebbe male ;)

      Elimina
  8. anch´io mi sono buttata sulla fotografia... per ora con la macchina dello zioRoberto!!! ti mando unforte abbraccio cia omicia <3 zc

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quella macchina là con l'obiettivo che si inclina? volevo comprargliela ma non ha voluto vendermela! mi ci sono divertita un sacco, really

      Elimina
  9. anche il K vuole fare la taitai!!!
    ma non da grande: subito!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oddio che visione. devo regalarti una parrucca bionda?

      Elimina
  10. Beh, anche la Zumba non era male....sudi, maria se sudi!

    RispondiElimina