venerdì 8 giugno 2012

Cominciamo bene

Ian è biondo, carino e sudafricano.
Lei è bionda, carina e italiana.
Tutti i giorni passano due ore a correre insieme, poi si siedono sulla panchina del parco bevendo acqua ognuno dalla sua bottiglietta.
Lui la fa salire sulla sua macchina, qualche volta, anche se non la fa guidare.
Lei si lascia accompagnare fino a casa, e lui le cammina a fianco con passo deciso.
Lei, accaldata e felice, qualche ciuffo di capelli che sfugge alla coda di cavallo, il viso arrossato, gli dice bai bai muovendo la manina e gli volta le spalle, spavalda nel suo vestitino giallo e rosso.
Lui la guarda entrare e chiudere la porta, e fuori, da solo, piange e batte i piedi perché non vuole andarsene via.
La Gabbianella ha mietuto la sua prima vittima.

24 commenti:

  1. ebbrava Gabbianella, così si fa :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come? e quella cosa che non si gioca coi sentimenti, quando si impara?

      Elimina
  2. Tutto la mia vicinanza maschile al povero Ian. Coraggio ragazzo! Sarà da così a peggio, non preoccuparti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco, la prospettiva di un genitore di figli maschi in effetti cambia un po'...

      Elimina
  3. Risposte
    1. vedrai, vedrai... aspetta e vedrai!

      Elimina
  4. Sei SUOCERA per la prima volta, come ci si sente? :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara greis, mica è la prima volta! c'è tutta la serie dei *primi amori*. ormai sono rodata

      Elimina
  5. Voglio essere la madrina (virtuale) della Gabbianella.
    Mano sulla spalla di questa giovane, promettente femmina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per adesso arrivi meglio a mettergliela sulla testa, la mano ;)

      Elimina
  6. in effetti,lo avevo letto con tenerezza,ma pensando a BB !!nM

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la bb nega di avere simpatie. pure quando invita max pare più interessata al suo IPad che a lui

      Elimina
  7. Poverino, lui che piange e batte e i piedi... ma riuscirà a mangiare e dormire? :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mmmmh, secondo me sì. a quell'età è più facile dimenticare le delusioni... ;)

      Elimina