mercoledì 19 settembre 2012

Un giorno qualunque

Guardo l'ora. Le 6 e 25.
Mi giro dall'altra parte.
Vorrei stare ancora un po' qui, con gli occhi chiusi, a sentire il silenzio della casa prima della sveglia.
Vorrei dimenticare tutto quello che devo fare oggi, i workshop, le lezioni, i compiti a casa.
Vorrei riprendere sonno, quel sonno leggero della mattina, quando senti tutti i rumori ma fai finta di niente, li lasci andare e ti fai cullare dall'ultimo brandello di sogno.
Vorrei svegliarmi che è domenica.
Vorrei che qualcuno avesse già preparato la colazione per me, e il profumo del caffè riempisse la stanza.
Vorrei scendere le scale in punta di piedi e sentire le bambine che in silenzio mi fanno una sorpresa, si nascondono sotto la tavola e ridono sottovoce.
Vorrei un bacio, il pane tostato con la nutella, merry you alla radio e l'atmosfera docile di un giorno di festa.

- Mamma, ma oggi andiamo a scuola? Andiamo a scuola lo stesso?
Certo Gatto, amore, sì. È un giorno come un altro. Ho solo un anno in più.

31 commenti:

  1. Auguri! Chissà che festa ti faranno le tue bimbe!

    RispondiElimina
  2. e magari vorresti la tua mamma vicina. lo so la lontananza fa tanta nostalgia. auguri. anonima non veneta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! anche tu ne sai qualcosa, di lontananze...

      Elimina
  3. non so se mi sembri più triste perchè vorresti essere altrove o perchè sei più vecchia di un anno! ;-))
    ti abbraccio forte forte
    l'AleS

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nessuna delle due, direi. è che a volte la tristezza prende così, anche nei giorni qualunque...

      Elimina
  4. Auguriiii, oggi è anche il compleanno del mio Deddè :)

    RispondiElimina
  5. Ammmooore! Auguri ancora (è la quarta volta che te li faccio, ma potrei farteli altre 100) Pensa a noi che ti vogliamo bene! E festeggia sabato! Mi raccomando, ti vogliamo benissimo! Adesso piango!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mah, festeggerò, prima o poi. magari m'embriago, va', che mi manca una bella sbronzella ;)

      Elimina
  6. Auguri, da un'italietta sempre più triste.

    RispondiElimina
  7. Auguriiii! Al mio compleanno la scuola non era ancora cominciata, ma mio figlio ha già detto che il giorno del suo compleanno starà a casa! In effetti per loro sono più feste i compleanni che le faste isitituzionali...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le mie aspettano il party! come dire che non ho previsto palloncini e bandierine? manco le candeline, la verità.

      Elimina
  8. 生日快乐生日快乐
    ho studiato eheheh ;-)

    (declino comunque ogni responsabilità, se c'è scritta una delle peggio cose che la mente umana può pensare....bhé quella mente non è la mia!)

    tanti tanti tanti auguri,
    brindiamo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie!
      c'è scritto sheng ri kuai le (2 volte)
      traducibile come felice compleanno (ho studiato pur'io, eh...)
      :*

      Elimina
  9. buon compleanno, Wonder! e un sorriso :-)

    RispondiElimina
  10. Auguri!
    Visto che sei mooolto lontana va bene lo stesso se ti compro un regalo e poi lo uso io?
    Dicono che basta il pensiero, no?
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. va' che sei forte, eh? mi hai dato un'idea geniale, me la riciclo

      Elimina
  11. Mi fai commuovere.

    Buon compleanno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. naaaa, è solo una vena di tristezza, succede a tutti i compleanni oltre i ventidue...

      Elimina
  12. ma vuoi mettere la festa che avrai sabato prossimo !?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cioè, qualcuno mi sta organizzando una festa a sorpresa? adoro le feste a sorpresa! non me l'ha mai fatta nessuno!

      Elimina
  13. In ritardo, ma comunque tanti auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, ma funzionano lo stesso! grazie ;)

      Elimina
  14. Spero che tu abbia trascorso in bellezza il tuo GIORNO QUALUNQUE. Il mio GQ è domani, e come ormai faccio da qualche anno, l'ho pianificato per fare qualcosa che mi piaccia davvero. Che bello, un anno in più! Ti senti sempre più in diritto di fare/dire ciò che ti va.

    RispondiElimina
  15. Ma cazzo! Ho mancato anche questo!
    Adesso gli auguri non sono più buoni, è come regalare un piatto natalizio a Pasqua.

    Non giro per blog da un po' e qui mi pare di non tornare da una vita. Nel mio sono riapparsa soltanto ieri, come hai visto.

    Dammi tempo che forse riesco a rimettermi in pari con la lettura. Forse.

    RispondiElimina